Casella di testo: Indice

Newsletter n. 8 Anno 2018

eGovernment Benchmark 2018: stato dell'arte dell’eGovernment in Europa (e in Italia)

La 15esima edizione dell’e-Government Benchmark 2018 pubblicata di recente fa dalla Commissione europea, e a cura di Capgemini, Sogeti, IDC e Politecnico di Milano, offre una panoramica della transizione al digitale da parte delle pubbliche amministrazioni degli Stati Membri dell’Unione.

Malta si rivela il Paese europeo con i risultati migliori in termini di eGovernment. Complessivamente, i governi europei continuano a migliorare la qualità dei propri servizi digitali: i cittadini e le aziende beneficiano del numero crescente di servizi disponibili online, progressivamente gestiti tramite portali centralizzati e sportelli unici a tutti i livelli degli organismi governativi. 

Cinque gli indicatori presi in considerazione, con valori espressi in percentuale (più è alta, migliore è la prestazione). Il primo criterio riguarda l’accessibilità dei servizi digitali: con un punteggio di 97,25%, Malta stacca di 14 punti la media europea, mentre l’Italia si ferma all’86,5%. Decisamente peggiore, tuttavia, la sua performance in tema di trasparenza - ossia le modalità con cui vengono erogati i servizi e gestiti i dati degli utenti – perché l’Italia non solo ottiene un risultato (54,25%) inferiore alla media ma si fa staccare di 40 punti da Malta, anche qui migliore performer.  Guardando ai servizi rivolti ai privati cittadini, la situazione italiana è ancora insufficiente, come dimostra lo scarso 27,25% che ci pone al fondo della classifica europea .

Notizia del mese

 

Bandi, Eventi e Novità dall’Europa

 

 

Notizia del mese

1

News, bandi e consultazioni pubbliche

3

Eventi

28